Istituto di composizione assistita della crisi d’impresa

L’istituto della Composizione assistita della crisi, a differenza dell’Allerta, prevede invece una forma di accordo con i creditori con la mediazione dell’Organismo di composizione. In questo contesto cade la necessità della riservatezza, ma si apre la strada, su richiesta dell’imprenditore, per misure protettive, per un periodo massimo di nove mesi, da azioni esecutive. In entrambi i casi, quando si configura l’insolvenza anche per responsabilità del debitore, la procedura può “chiudersi” con la segnalazione al Pubblico ministero per la dichiarazione di apertura della liquidazione giudiziale.

Contattaci per sapere di più sul Nuovo Codice della crisi d’impresa

Contattaci