Il vantaggio di avere un piano B contro il Corona Virus

Abbiamo già detto che così come il Cerved, molte altre agenzie di rating hanno realizzato delle simulazioni sulle imprese italiane guardando chiaramente i bilanci dello scorso anno  ed evidenziando che circa il 30% del totale potrebbe essere a rischio, passando da condizioni di debolezza a seria difficoltà.  E questo già prima dell’esplosione dell’emergenza Covid-19 nel nostro paese.

Di queste aziende quante avevano un piano B?
Ovvero quante di queste aziende avevano pianificato uno scenario diverso da quello attuale? Probabilmente pochissime. E perché accade?
Chi era abituato a fare previsioni, non di certo indovinando, ma facendo delle ipotesi di scenario, probabilmente si riprenderà prima da questa emergenza ma si tratta di un esigua parte di aziende che avevano delle competenze manageriali e di pianificazione pregresse interne.

Perché quindi vi consigliamo di fare fare un piano B affidandovi a un turnaround manager?

1. Perché in questo momento non ci troviamo più nella normale gestione aziendale e c’è necessità di ridurre gli effetti negativi di questa crisi economico-sanitaria.

2. Perché facendo degli scenari alternativi non si lascia nulla al caso o all’intuizione dei singoli ma si pianificano interventi immediati. Questa è una competenza chiave di un turnaround manager che è  sempre più spesso chiamato ad agire con tempestività e in caso di crisi aziendali conclamate.

3. Perché serve a capire come incassi ritardati, vendite mancate costo del magazzino fermo impatteranno sullo stato finanziario dell’azienda.

4. Perché si vede immediatamente come la dimensione potenziale delle perdite impatterà sul cash flow.

Il concetto di piano B è insito in tutti gli interventi di turnaround, ovvero in tutte le situazioni in cui ci sono problemi e soluzioni di tipo straordinario.
Siccome negli interventi di turnaround, non si è certi che quello che si è pianificato vada a buon fine, i turnaround managers valutano comunque sempre altre soluzioni alternative e preparano più scenari, questo per scongiurare crisi e salvare aziende sull’orlo del fallimento.
Gli scenari economico-finanziari vengono preparati con l’ausilio di software e algoritmi che vanno immediatamente a rilevare le aree critiche aziendali, ma la preparazione di scenari ha bisogno di competenze manageriali e di pianificazione tipiche dei turnaround managers, nonché di una buona dose di esperienza nella gestione di situazioni di emergenza.
Continuate a seguirci sul blog, nei prossimi post approfondiremo ulteriormente queste tematiche!
Se avete domande potete contattarci compilando il form che trovate qui sotto.

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter.