In bonis

Un’azienda è definita “In bonis” quando è solvibile, cioè in grado di restituire un prestito secondo le modalità prestabilite e concordate con l’istituto di credito.

È “incagliata”, o “in incaglio” quando ha problemi di solvibilità, momentanei o passeggeri. “In sofferenza” quando invece non è più in grado di onorare un credito, e può essere soggetta a procedure come la liquidazione o il fallimento.

Tra le novità introdotte dalla recente legge sul fallimento, va segnalata la “Procedura d’Allerta” uno strumento obbligatorio per consiglieri e sindaci dei consigli d’amministrazione, tenuti a segnalare all’autorità competente situazioni di bilancio che rischiano di sfociare in vere e proprie sofferenze aziendali.