Cause della crisi aziendale

Quali sono le cause di una crisi aziendale?

Non è facile definire le possibili cause della crisi; semplicisticamente si potrebbe far ricondurre tutte le cause del declino ad una gestione non adeguata ed addirittura anche per le cause dovute ad eventi esterni ed incontrollabili (politiche governative, danni ambientali, ecc.), si potrebbe argomentare che il management doveva ipotizzarne il possibile rischio e prevedere un rimedio o evitarlo.

Entrando nel merito si rischia anche di trovarci nel dilemma “uovo o gallina” ossia scambio tra causa ed effetto. Per esempio, un’intensa concorrenza sul prezzo che porta al calo dei profitti può essere la causa di una crisi ma anche l’effetto che il management non ha trovato un’adeguata strategia di costo di produzione/commercializzazione competitiva? E se è così, è dipeso dalle quote di mercato (causa esterna) o da una strategia di investimento conservativa (causa interna)?

Molto spesso si riconduce la causa primaria della crisi ad una mancanza di liquidità (ed avrete capito che quello è l’effetto e non la causa) e quindi l’ovvia soluzione è un apporto di capitali da parte degli azionisti e/o richiedere ulteriori finanziamenti alle banche e/o attivare speciali operazione di finanza straordinaria. Sono tutte soluzioni sconsigliate da tutti gli esperti del Turnaround se non si è prima definito la causa e non vi è Piano di risanamento Industriale e Finanziario che tenga.

Gli studi, basati su esperienze di crisi di aziende americane ed anglosassoni, hanno cercato di analizzare 2 tipi di cause: interne ed esterne che a loro volta si suddividono in sotto cause. Ecco la sintesi e il loro grado di frequenza:

cause interne crisi aziendale

Per le cause esterne invece queste le più frequenti:

cause esterne crisi aziendale

Uno dei momenti più importanti del Turnaround è proprio qualificare con molta precisione quali sono state (o sono ancora) le cause di una crisi. Non c’è peggior modo di fare un Turnaround iniziando da soluzioni standard e predefinite.

La qualificazione delle cause della crisi deve poter avvenire velocemente con un confronto aperto ed onesto con “esterni” che non hanno vincoli emotivi e psicologici.