Crisi aziendale

La crisi aziendale è un avvenimento esogeno o endogeno capace di pregiudicare la business continuity di un’organizzazione, sia essa un’azienda, un’istituzione pubblica o un partito politico.

La crisi determina l’attivazione urgente di procedure per la salvaguardia reputazionale dell’organizzazione stessa, codificate in letteratura in appositi schemi di detti di “Crisis management”.

Nessuna strategia di crisis management può tuttavia essere realmente efficace senza un’adeguata preparazione.

Preparare una strategia include l’intercettazione dei cosiddetti “segnali deboli di crisi”, un background di conoscenze relative al contesto ambientale ed una pianificazione strategica opportuna.

Una costante attività di simulazione preventiva dei vari scenari di crisi aiuta a mantenere intatte le strutture normali di risposta e aiuta a mantenere una buona comunicazione sia verso l’interno che verso l’esterno.

Cosa si intende per crisi aziendale?

Tutte le aziende, come i prodotti, hanno  un ciclo di vita che richiede strategie, organizzazione e struttura economica-finanziaria a seconda della fase in cui si trovano.

Ogni fase è delicata.

Azionisti, amministratori  e management devono saper riadattare i propri ruoli, rimanendo vivaci osservatori dei trend di mercato, concorrenza e bisogni del cliente.

La capacità di rilanciare l’azienda prima di arrivare ad un’avanzata maturità è un naturale intervento di adattamento e trasformazione ma se questo non dovesse avvenire in tempo l’azienda potrebbe entrare in una fase di declino e poi di crisi.

La crisi può essere più o meno accentuata a seconda del momento in cui la si osserva e viene misurata. Scopri come misurare una crisi aziendale e quali sono le cause della crisi